Superman contro Batman. Chi vincerà? No dai, questa eterna domanda ha ormai fatto il suo tempo. Riproviamo… Black Canary vs Blue Beetle, chi avrà la meglio? Injustice 2 finalmente ci permetterà di scoprirlo. Con un cast di personaggi DC famosi ma anche decisamente meno inflazionati, NetherRealm ripropone combattimenti frenetici e spettacolari in una cornice narrativa che non sfigurerebbe all’interno di un palinsesto cinematografico. Warner Bros. Games può ritenersi soddisfatta, questo secondo capitolo è un prodotto sicuro di se, che sa cosa vuole offrire e lo fa in modo praticamente perfetto.

Injustice 2 screenshot

Injustice 2 racconta una storia ben scritta e densa di riferimenti ai fumetti. Ed è raccontata attraverso filmati qualità elevatissima

Iniziando dalla fine di Injustice: Gods Among Us, il nuovo lavoro dei creatori di Mortal Kombat sfrutta sapientemente la licenza a disposizione per continuare il proprio filone narrativo. Superman dopo la morte dell’amata Lois Lane perde il controllo e uccide il responsabile, il Joker. Da lì entra in una spirale in discesa verso l’oscurità più totale. Arriva ad istituire un regime totalitario, sotto il quale ogni crimine può essere punito con la morte, l’Uomo d’Acciaio ed altri eroi che lo seguono sono giudici e giustizieri. Batman organizza una resistenza con la quale riesce alla fine a mettere in catene Superman. Injustice 2 inizia proprio da qui, con un conflitto ancora aperto e l’umanità che cerca di rimettere assieme le macerie. Ma siccome la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo, una nuova minaccia compare all’orizzonte, o meglio nello spazio. Il nuovo villain è infatti Brainiac, desideroso di aggiungere alla propria collezione il pianeta terra.

“Le animazioni facciali sono semplicemente incredibili e contribuiscono a rendere vivi eroi e villain della DC”

Ce la farà Batman a sconfiggerlo senza la Justice League al suo completo? Si ritroverà suo malgrado a dover collaborare nuovamente col suo vecchio amico Clark Kent? Lo scoprirete godendovi la modalità Storia del gioco, che in circa sei-sette ore, un combattimento dopo l’altro, attraverso eccellenti filmati vi racconterà una storia davvero di ottimo livello, soprattutto considerato che parliamo di un picchiaduro. Non solo, lungo il cammino avrete modo di influenzare gli eventi ed il gioco offre due finali alternativi. Solo completando anche le altre ramificazioni potrete gustarveli entrambi.

Prima di parlare del gameplay e del resto dell’offerta ludica, permetteteci di fare un plauso agli animatori che collaborando con un cast di doppiatori di altissimo livello, offre uno spettacolo mai visto prima in un prodotto di questo genere. Le animazioni facciali sono semplicemente incredibili e contribuiscono a rendere vivi eroi e villain della DC. Uno sforzo produttivo davvero ragguardevole, che contribuisce a posizionare Injustice 2 nell’olimpo dei migliori giochi basati su una licenza, a fianco della serie Batman Arkham. Marvel dovrà rimboccarsi le maniche per poter eguagliare la produzione del duo Warner Bros. e DC.

Injustice 2 screenshot

Giocando otterrete in regalo moltissime Scatole Madre, dentro le quali vi attendono svariati oggetti da utilizzare per personalizzare i personaggi

A differenza di altri picchiaduro pensati per competizioni di alto livello, e quindi votati quasi esclusivamente al multiplayer, Injustice 2 affianca la corposa modalità Storia con altre pensate per tenere impegnato il giocatore solitario virtualmente all’infinito. Nel Multiverso, infatti, vi attenderanno sfide generalmente proceduralmente ambientate su versioni alternative della Terra. Ogni realtà alternativa offre miscele di incontri, livelli di difficoltà e variabili differenti, tutti da sviscerare. Alla base di tutto una delle novità principali di questo secondo capitolo, la personalizzazione dei personaggi. Giocando al titolo NetherRealms, da un lato potrete far crescere di livello l’intero cast, dall’altro otterrete decine e decine di elementi per modificarne l’aspetto estetico e le caratteristiche. Come in un gioco di ruolo, ogni match disputato vi frutterà un vero e proprio loot, sotto forma di scatole di valore diverso da aprire. Dentro ognuna di queste troverete oggetti più o meno rari che nel menu apposito potrete far indossare ai combattenti. Potrete così creare dei preset speciali, privilegiando alcune caratteristiche piuttosto che altre, al fine di ovviare ad alcune mancanze tecniche di un personaggio specifico, piuttosto che enfatizzarne altre. Ovviamente ciò risulterà molto utile nel Multiverso, dove vi attendono sfide anche molto impegnative e per poter avere la meglio a volte potrete aiutarvi con una buona build del vostro personaggio preferito.

Injustice 2 screenshot

I combattimenti sono accessibili e spettacolari. Ma offrono anche una buona profondità tecnica per i più esperti.

Grazie a questo azzeccato espediente, davvero ben realizzato e tutt’altro che fine a se stesso, anche se non amate le sfide online, Injustice 2 è destinato a restare installato nella vostra console per molto, molto tempo. Ma ovviamente non manca una ricca e ben sviluppata modalità multiplayer e se siete preoccupati che sviluppare e personalizzare i lottatori possa sbilanciare il gameplay, sappiate che le molteplici opzioni contemplano anche la possibilità di disattivare questa feature. Sembra proprio che NetherRealms abbia pensato a tutto ed in effetti dobbiamo ammetterlo, come dicevamo a inizio articolo, Injustice 2 è un prodotto sviluppato con idee chiare in testa e quello che fa lo fa benissimo. Difetti? Non ce ne vengono in menti di seri. Forse nel comparto tecnico possiamo lamentare un dettaglio grafico che durante il gameplay scende in modo evidente rispetto alle cut-scene, ma ciò è dovuto alla volontà di mantenere i 60 FPS obbligatori per un titolo del genere. E comunque lo spettacolo visivo è sempre apprezzabilissimo. Si notano innumerevoli tocchi di classe nella costruzione degli scenari, densi di effetti di luce studiati ad hoc o di animazioni che li rendono vivi ed interattivi. Così come nella modellazione e caratterizzazione del cast, curata da chi ha una grande conoscenza del materiale originale, vista la farcitura di citazioni ed easter egg. Certo, stona un po’ in un lavoro così ben realizzato dover comunque rinunciare ad alcuni membri del cast perché destinati agli acquirenti del Season Pass, così che personaggi del calibro di Red Hood, Starfire e Sub-Zero (!!!) arriveranno in un secondo momento e solo per chi sarà disposto a sborsare altri euro. Ma il gioco risulta tutt’altro che castrato e anzi le scelte in materia di eroi e cattivi sono davvero encomiabili. Si trovano nomi noti e blasonati come gli ovvi Batman e Superman, Flash, Wonder Woman, Joker e Spauracchio. Ma anche volti meno conosciuti come Black Canary, Blue Beetle o Cheetah. Menzione d’onore per una delle new entry, subito diventata una delle nostre favorite, Super Girl.

Injustice 2 screenshot

Le animazioni facciali sono tra le migliori mai viste in questa generazione.

In conclusione, che siate appassionati di picchiaduro, dei personaggi della DC, esperti conoscitore del genere o picchiatori della domenica pomeriggio, Injustice 2 ha moltissimo da offrirvi. Uno tra i titoli su licenza migliori degli ultimi anni, divertente, longevo e bello da vedere, assolutamente da non perdere.

VOTO9
Tipologia di gioco

Injustice 2 è un picchiaduro a incontri vicino a Mortal Kombat per stile degli scontri. Protagonisti sono moltissimi personaggi dell’universo DC. Offre moltissimi contenuti single player tra cui una corposa storia davvero ben scritta e diretta. Ma non manca la modalità online.

Come è stato giocato

Abbiamo completato al 100% la storia, esplorato il Multiverso, personalizzato all’inverosimile Supergirl, Batman e Black Canary e preso un po’ di mazzate online.