Avatar

Claudio Cugliandro

redattore

Gli articoli di Claudio Cugliandro

Aggiornato il 22 maggio 2019 alle 15:12
A Plague Tale: Innocence megaslide

Francia, 1349: il flagello divino della Peste è giunto a mondare i peccati dell'umanità, coinvolta per l'ennesima volta in un'irrazionale guerra fratricida tra inglesi e francesi. L'Inquisizione, follemente esaltata dal suo storico piano di purificazione
Red Dead Redemption 2 megaslide

Nella quasi totalità delle discussioni relative all'analisi di un videogioco, di un film, di un fumetto o di qualsiasi altro mezzo di comunicazione, ci capiterà quasi sempre di ritrovarci di fronte a un dibattito sulla bellezza o bruttezza di un'opera
FAR: Lone Sails megaslide

Il mondo è in rovina. O meglio, così sembrerebbe agli occhi egocentrici di un essere umano: ogni traccia della sua storia e della sua vita sembra essere stata cancellata dalla faccia della terra, e di noi rimangono solo immense carcasse d’acciaio
DualShock 4 megaslide

“Il tempo è relativo: il suo unico valore è dato da ciò che noi facciamo mentre sta passando”. Questa citazione, attribuita ad Albert Einstein, si può applicare di certo alla teoria della relatività formulata dal fisico e filosofo tedesco, ma

Secondo la quasi totalità dei ricercatori e degli scienziati che hanno dedicato la loro vita allo studio del clima e dell'ambiente, come umanità abbiamo poco più di un decennio per diminuire drasticamente i nostri consumi e sprechi, puntando su nuove
Spyro the Dragon banner

La nostalgia è uno stato d'animo con cui le attuali generazioni hanno instaurato un rapporto quasi morboso, al limite del patologico. Se il recupero delle grandi opere narrative ed artistiche della tradizione ha da sempre caratterizzato ogni epoca storica

È da svariate generazioni videoludiche che molti autori e creativi del settore cercano di raccontare storie più profonde e complesse di quelle tradizionalmente messe in scena, in grado di suscitare non solo divertimento e risate, ma anche una rosa di
Sea of Thieves megaslide

“Se il film non ti piace, non guardarlo!”, “e allora fallo tu!”, ma anche “allora perché l'hai finito?”: quante volte ci è capitato di sentirci rispondere con queste formulette standardizzate, nel momento in cui cerchiamo di spiegare perché