Il 2016 si sta chiudendo e qualcuno dirà finalmente. È giunto il momento di guardare al futuro con curiosità e quel pizzico di hype che non guasta mai. In redazione non riuscivamo a metterci d’accordo su quali giochi piazzare in un’ideale Top 10 dei videogame da attendere maggiormente tra quelli in arrivo nel 2017. La soluzione? Ognuno ha scelto i suoi preferiti, prendendosi così le responsabilità delle proprie (discutibili) preferenze.

Il primo a farsi vanti è Lorenzo “Kobe” Fazio, che non vede l’ora di farsela sotto indossando il Playstation VR, nonché di tornare ad esplorare lo spazio. E poi c’è il momento violenza estrema con l’atteso nuovo capitolo della saga di Kratos, God of War. Ecco i suoi giochi più attesi per il 2017.

Mass Effect: Andromeda

Avevamo lasciato il Comandante Shepard in balia di un finale controverso, drammaticamente e malamente ritoccato in un Director’s Cut che non ha fatto altro che peggiorare la situazione. Il terzo capitolo, non proprio riuscitissimo nemmeno sotto il profilo del gameplay, non è comunque riuscito a cancellare l’amore che abbiamo nutrito per l’epopea sci-fi confezionata da Bioware. Speranzosi che Electronic Arts abbia imparato la lezione, quella di non mettere troppi paletti e imposizioni al talentuoso team di sviluppo americano, attendiamo con grande trepidazione Andromeda. I primissimi video di gameplay mostrati e le tante informazioni rilasciate nelle ultime settimane, lasciano ben sperare.

Resident Evil 7

Dopo l’orrore, non in senso buono, del sesto capitolo e dei tanti spin-off sviluppati negli ultimi anni, Capcom sembrerebbe aver imboccato il giusto sentiero per riportare una delle sue saghe di punta ai fasti d’un tempo. The Beggining Hour, demo rilasciata recentemente sugli store digitali delle principali piattaforme attualmente in commercio, ci ha atterriti e incuriositi al punto giusto. La prospettiva di poter giocare a Resident Evil 7 muniti di PlayStation VR, inoltre, è la classica ciliegina sulla torta. Noi siamo pronti a scommettere che questo nuovo episodio della saga farà il botto. Magari non ai livelli di Resident Evil 4, ma quasi.

God of War

Dopo un dimenticabilissimo Ascension, prequel della saga, ci aspettiamo un ritorno in grande stile per Kratos, il Dio della Guerra che non ha solo cambiato indirizzo di residenza, ma ha anche ben deciso di mettere su famiglia, per la seconda volta nella sua tormentata vita. Questo capitolo non dovrebbe stravolgere i cardini della serie per quanto concerne il combat system, ma dovrebbe dimostrarsi molto più coraggioso dal punto di vista narrativo, con una sceneggiatura piuttosto interessata a scavare affondo nel rapporto che lega il temibile Fantasma di Sparta al suo giovane figlio. Già solo per questo non vediamo l’ora di avere il gioco tra le nostre mani per godercelo e analizzarlo al microscopio. Se poi ci sarà la solita dose di sangue e violenza, saremo ancora più contenti.

The Legend of Zelda screenshot 1

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Viene ora il turno del nostro Fabio Canonico che da amante fervido della grande N non poteva che mettere in lista il prossimo The Legend of Zelda. Non manca un titolo hipster che conosce solo lui ed un prodotto più mainstream di mamma Ubisoft.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Profuma, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, di ritorno alle origini, di interpretazione moderna di quanto la serie avrebbe sempre voluto offrire, ma senza poterci riuscire, per limiti tecnici. Era un open world non lineare, in sostanza, il primo capitolo della saga, lo sarà anche il suo prossimo capitolo, che forse, stando ai soliti ben informati, subirà un altro rinvio, non riuscendo ad accompagnare Nintendo Switch al lancio, e allora la già febbrile attesa potrebbe diventare ancora più sfibrante. Perché The Legend of Zelda: Breath of the Wild promette di cambiare le carte in tavola per quanto riguarda molti degli aspetti storici della serie, dalla progressione alla storia al sistema di combattimento, potrebbe insomma esserne la rivoluzione che molti hanno richiesto e atteso. E, siccome stiamo parlando di una delle serie migliori di sempre, la volontà di tornare a Hyrule è vivissima.

Valkyria Revolution

Due sono state le sensazioni che il giocatore occidentale appassionato della serie ha percepito fortissimamente nel proprio animo al momento dell’annuncio di Valkyria Revolution: la prima, ovviamente, gioia incontrollabile, visto il ritorno di SEGA su di una serie inspiegabilmente di nicchia, vista la sua qualità; la seconda, fondato timore, quello riguardo una mancata localizzazione. E invece la compagnia giapponese porterà il gioco su PlayStation 4 nel corso del 2017, con il suo carico di novità, dall’ambientazione, ancora vagamente ispirata all’Europa dei primi anni del ‘900 ma dal tocco più fantasy, al sistema di combattimento. Valkyria Revolution potrebbe essere una delle sorprese dell’anno venturo, di quelle che arrivano in sordina e poi convincono tutti grazie alla loro qualità.

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands

Posto che lo sparatutto tattico è morto e probabilmente mai risorgerà, come Ubisoft stessa ha dimostrato con Rainbow Six Siege, lontano dai canoni dei suoi storici predecessori, l’appassionato di shooter bellici potrebbe trovare in Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands un videogioco in grado di soddisfarlo. L’ampiezza delle mappe, la varietà delle missioni, la possibilità di giocare in cooperativa, definendo bene i ruoli di ogni operativo e rendendo possibile una pianificazione al dettaglio di ogni singola azione promettono di instillare nella produzione in uscita il 7 marzo 2017 almeno un pizzico dell’esperienza tipica del suo illustrissimo predecessore, ovvero il primo capitolo della serie.

Red Dead Redemption 2 megaslide

Red Dead Redemption 2

La nostra figura istituzionale Nicolò Carboni spera che Destiny 2 arrivi davvero nel 2017, ed eccolo automaticamente entrare nella classifica dei giochi che più attende. Lo segue l’assurdo nuovo South Park e quello che sicuramente aspettano ansiosamente in tantissimi, Red Dead Redemption 2.

Destiny 2

Destiny era ambizioso e imperfetto, solo con The Taken King la visione di Bungie ha iniziato a concretizzarsi in maniera solida. Con il sequel, atteso se tutto va bene per quest’anno, i creatori di Halo dovranno dimostrare di aver compreso le perplessità dei fan, mantenendo l’ottimo sistema di progressione e lo straordinario gunplay ma costruendo una componente narrativa molto più solida. Da Destiny 2 ci aspettiamo nuovi mondi, una trama più coerente e, soprattutto, un universo meno vuoto.

South Park: The Fractured But Whole

Il primo capitolo della demenziale saga RPG con protagonisti i bambini di South Park fu una sorpresa per tutti noi. Con questo sequel Obsidian dovrà confermare l’ottimo mix fra metacitazioni, ironia e gameplay classico, il tutto spostando l’ambientazione dal fantasy ai supereroi. Il rischio di un semplice more of the same è alto ma siamo certi che Obsidian saprà stupirci anche questa volta, proponendoci un gioco di ruolo solidissimo ma riempito con l’estetica sovversiva tipica dello show televisivo.

Red Dead Redemption 2

Sette anni di attesa sono tanti, soprattutto quando a farsi aspettare è il sequel di uno dei migliori videogame di tutti i tempi. Il free roaming western di Rockstar promette di riportarci nelle incontaminate distese della frontiera americana ma, per ora, non è chiaro se torneremo nei panni di John Marston o se, come appare probabile, interpreteremo il suo giovane ma vendicativo figliolo. Conoscendo Rockstar ci aspettiamo un mondo enorme e un comparto tecnico allo stato dell’arte ma, come sempre, siamo certi che gli sviluppatori di GTA sapranno stupirci.

horizon zero dawn screenshot

Horizon: Zero Dawn

Chiude il sottoscritto con gli unici tre giochi per cui vale davvero la pena avere un po’ di hype in questo 2017, tutte esclusive Playstation 4 tra l’altro! Si tratta di NieR: Automata, il nuovo action di Platinum Games, Horizon: Zero Dawn che sembra davvero splendido ed un classico che da amante delle quattro ruote non vedo l’ora di spolpare, Gran Turismo: Sport.

NieR: Automata

NieR era un JRPG molto particolare, una perla che è entrata di diritto nella schiera dei giochi da riscoprire a tutti i costi. La mente dietro questo piccolo grande capolavoro è Taro Yoko che sta dirigendo i lavori su Automata, sviluppato dai geni dell’action di Platinum Games. Immaginate un sistema di combattimento alla Bayonetta vestito con le atmosfere drammatiche ed affascinanti di un JRPG scritto e diretto con grande maestria e avete la ricetta per un potenziale capolavoro del 2017. La demo ha fatto salire l’hype alle stelle, e a voi?

Horizon: Zero Dawn

Sin dalla prima presentazione, il nuovo lavoro dei creatori di Killzone Guerilla Games, ha suscitato una grande curiosità. Horizon: Zero Dawn sembra avere tutte le carte in regola per farci cadere la mascella a tutti grazie ad un comparto artistico e tecnico da urlo. La rossa protagonista si muove in un mondo dominato da misteriosi ed enormi animali robotici. Lei è una cacciatrice e noi la guideremo in ambientazioni vastissime, alla ricerca della verità di quanto è accaduto sul pianeta Terra.

Gran Turismo: Sport

Non c’è molto da dire, si tratta del nuovo capitolo della serie motoristica di Kazunori Yamauchi. Gran Turismo non è più il primo della classe e la concorrenza si è fatta agguerritissima, ma questo nuovo episodio vuole puntare a dominare gli eSport, e sembra capace davvero di tornare ad incollare allo schermo migliaia di piloti virtuali come un tempo. Io ci spero moltissimo!

Noi ci siamo sbilanciati, e questi sono i nostri titoli più attesi tra quelli che (speriamo) usciranno nel 2017. E voi quali giochi attendete di più?