Dopo la nostra personalissima classifica delle maggiori delusioni videoludiche dell’anno, è tempo di cominciare a considerare il bicchiere mezzo pieno, un bicchiere, questo 2016, ricco di titoli imperdibili come non se ne vedevano da un po’. La nuova generazione di console, già chiamata a un parziale rinnovamento tra restyling, Xbox One S, versioni potenziate, PlayStation 4 Pro, e imminenti arrivi, Nintendo Switch, è comunque giunta a piena maturazione, fattore ben evidente in una qualità media del software mai così alta come in questo anno che volge al termine, ricco e foriero di grandi e piccoli capolavori.

Iniziamo da quest’ultimi, dunque, dai piccoli capolavori appunto, in una top 10, più bonus track, dedicata esclusivamente alle produzioni indie, perle preziosissime, capaci di veicolare spesso e volentieri esperienze inedite, nonostante qualche peccato veniale e congenito, vuoi per la mancanza di un budget come si deve, vuoi per la mancanza di infrastrutture di una certa portata.
Non ci resta dunque che iniziare questo viaggio nel 2016 ormai agli sgoccioli, un’immagine alla volta, un capolavoro indie da (ri)giocare a tutti i costi dopo l’altro.

 

SFOGLIA LA FOTONOTIZIA

Abzù, com’è profondo il mare (PC, PlayStation 4, Xbox One)

Correlati: